Festeggiare Pasqua a Firenze vuol dire assistere ad una delle celebrazioni più particolari ed imperdibili. Lo Scoppio del Carro è infatti una tradizione molto antica e che affonda le proprie origini nella storia e e nella religiosità di questa incredibile città toscana. Il carro, chiamato "brindellone", è a forma di torre ed è alto quanto una piccola palazzina. La prima volta che fu realizzato fu nel 1622.
Il carro viene portato in giro per Firenze da due buoi ornati a festa con ghirlande.
Alle 10 del mattino della domenica di Pasqua il carro inizia il suo viaggio quando un prete accende la candela di pasqua con le tre pietre focaie che Pazzino portò da Gerusalemme. Il carro inizierà il suo itinerario che lo porterà difronte al Duomo di Firenze.
Qui il fuoco verrà consegnato al l'Arcivescovo che, a sua volta, iniziata la santa messa, accenderà un razzo alato, detto "Colombina", che sfreccerà fino ad arrivare ancora una volta al carro (pieno di fuochi di artificio) facendolo "scoppiare".
Secondo tradizione, se tutti i fuochi d'artificio del carro bruceranno sarà una buona annata e ci saranno dei buoni raccolti.